Piccole case, grandi idee

L’importanza delle schermature solari
agosto 7, 2019

Consigli per arredare una casa piccola e ingrandire lo spazio con soluzioni funzionali

Piccole sì, ma dinamiche, accoglienti, multifunzionali e di design. La casa può avere anche dimensioni oggettivamente ridotte ma, qualsiasi esse siano, gli spazi possono potenzialmente diventare molto più grandi, almeno apparentemente. Basta saperli arredare, fare le scelte giuste come per esempio optare per soluzioni salvaspazio, disposizioni ad hoc, colori e tendaggi strategici. Insomma, i trucchi sono tanti per rendere una casa più spaziosa di quello che è..

GIOCHI DI LUCE, SPECCHI E COLORI CHIARI

Gli specchi, si sa, rendono un senso di profondità. Negli ambienti piccoli aiutano a dare la percezione di trovarsi in spazi più grandi. E stanno bene ovunque, dal bagno alla camera da letto, dal soggiorno agli ingressi. Per abitazioni dai metri quadrati contati potrebbe essere un’idea vincente pensare di specchiare porte, ante a scorrimento di armadi ma anche intere pareti. Gli specchi non danno solo un senso di maggiore volume ma aumentano anche la luminosità degli spazi. Sono elemento di design che si sposano con qualsiasi tipo di stile.


Anche i giochi di luce fanno la loro parte nel rendere più ampio lo spazio. Tra le scelte che vanno in questa direzione ci sono per esempio i faretti incassati nel soffitto, le strisce led posizionate lungo il perimetro del soffitto all’ingresso, piantane o lampade su un mobile, soluzioni che aiutano a dedicare uno spazio riservato nella casa, anche senza delimitarlo dalle pareti.


La scelta di colori chiari, a partire dai muri, o di materiali e fibre naturali, è un valido alleato per dare leggerezza agli ambienti. Rientra tra i trucchi per far sembrare una stanza più ariosa e grande di quanto non lo sia. Questa “tattica” è utile per far risaltare mobili, sfruttare l’illuminazione naturale e dare profondità alla stanza. Largo allora, oltre al bianco, al tortora e al grigio, ma anche ad altri colori tenui, come verde, azzurro e giallo. La fantasia si può sbizzarrire anche con pitture che generino illusioni ottiche: ad esempio dipingendo la parete più lontana di un colore scuro e le altre di un colore più chiaro, oppure pitturando una parete con strisce verticali (alternate sempre con colori tenui, come bianco e beige).


VETRATE E DIVISORI DINAMICI

Separano gli ambienti senza appesantire gli spazi, lasciando passare la luce. Sono alleati numero uno degli open space. Si tratta di vetrate e divisori dinamici. In ambienti piccoli si può pensare per esempio di predisporre partizioni interne in vetro, magari scorrevoli, per permettere il passaggio della luce naturale creando al contempo delle mini-aree da vivere in riservatezza all’occorrenza e in base alle esigenze.

ARREDI MULTIFUNZIONALI, SOPPALCHI STRATEGICI E DECORAZIONI MINIMALI

L’arredo in una casa piccola deve essere appropriato, con dimensioni ridotte e linee semplici. Da preferire sono i mobili multifunzionali, salvaspazio, double-face, capaci di contenere e coniugare funzionalità, design e misure contenute. Un segreto è curare gli angoli, distinguendoli dal resto dell’arredo, magari con mensole o nicchie ricavate nel muro. Cucina e zona living di solito sono pensate in un unico ambiente, per avere più luce e non penalizzare gli spazi più di quanto già non lo siano. In questo caso penisole o librerie divisorie a tutta altezza possono venire in soccorso per dare un senso di divisione tra gli ambienti. Da valutare anche l’acquisto di mobili a scomparsa, con piani da lavoro scorrevoli. Sono molte le proposte per ogni ambiente della casa, dalle penisole per la cucina ai letti per le camere, fino a intere pareti scorrevoli multifunzionali.


Per spazi piccoli, ma anche per arredare un monolocale, bisogna pensare a pochi ma giusti elementi, senza esagerare, rischiando di affogare lo spazio, evitare tendaggi pesanti, vistosi e scuri. In cucina, dunque, sono preferibili più piani estraibili da lavoro, tavoli consolle allungabili che, da chiusi, occupano pochi centimetri e possono essere elementi di design, sfruttati come mensole d’appoggio.

Nelle stanze, se l’altezza del soffitto lo consente, si può pensare di ricavare dei soppalchi per ottimizzare gli spazi o anche solo per posizionare il letto o una zona studio. E le porte? Magari dello stesso colore dei muri, per dare un senso di continuità e pareti più lunghe di quello che sono. Il soffitto del locale di servizio o delle porte delle stanze può essere infine utilizzato per creare piccoli ripostigli sospesi in cartongesso, utile per riporre valige e oggetti.

Insomma tanti piccoli trucchi per rendere una casa piccola molto più ariosa e accogliente.

Per chi avesse bisogno di una soluzione personalizzata, è possibile contattare Isa Project al numero 055.4252054 o tramite mail cliccando qui.

IT